Alcune settimana fa sono stato contattato da un amico, Alex, per controllare un computer portatile colpito da un malware.  Il problema aveva reso completamente inutilizzabile il pc, anche se apparentemente non aveva danneggiato i dati. Il sistema, infatti, equipaggiato con una versione recente di MS Windows, effettuava regolarmente l’avvio; ma dopo avere inserito le credenziali...
facebook-privacy

È strano, ma nonostante gli utenti di Facebook siano ormai centinaia di milioni, ci sono ancora moltissime persone che guardano con diffidenza il famigerato social network e cercano di capire quali sono gli strumenti che hanno a disposizione per proteggere i propri dati, le proprie foto e, con gli ultimi aggiornamenti, i propri pensieri da...

Primo report annuale europeo sugli incidenti nel cyberspazio avvenuti durante il 2011. Nell’ottobre 2012 l’agenzia europea per la sicurezza informatica e delle reti ENISA ha pubblicato il primo report annuale europeo sugli incidenti nel cyberspazio. L’ENISA è il centro europeo per la sicurezza delle reti e delle infromazioni nell’ambito dell'Unione europea. Lavora in collaborazione con enti pubblici e privati per sviluppare consigli e raccomandazioni sulle best practice nella sicurezza delle informazioni. Assiste gli Stati membri dell'UE nell'attuazione della legislazione in ambito UE e lavora per migliorare la resilienza delle infrastrutture critiche informatizzate in Europa, reti comprese.

Era l'inizio degli anni '90. I calcolatori elettronici stavano entrando nella nostra vita quotidiana e, di li a poco, avrebbero conquistato un posto definitivo nelle nostre case e negli uffici. Uno dei sistemi operativi più diffusi per l'ambito commerciale era l'MS-DOS (Microsoft Disk Operating System), che trovava applicazione su tutti i modelli di computer basati sull'architettura della serie 80x86. Per molti utenti di allora il famoso prompt dei comandi C:\>_ con cursore lampeggiante era il vero punto di partenza.