6 commenti su “Che cos’è Reddit (e perché in Italia non ha successo).
  1. Nick Gandolfi scrive:

    Ah, se fosse usato da qualche italiano in più…

  2. piersantelli scrive:

    condivido il pensiero. come aggregatore di notizie sarebbe veloce e intuitivo, e potrebbe anche rappresentare uno strumento utile di interazione tra soggetti diversi. penso al ruolo sempre più importante e preminente nella rete per l’articolazione delle istanze e dei bisogni dei cittadini verso la cosa pubblica e al crescente utilizzo dei social network da parte di leader politici e istituzionali. ma non è sempre un dialogo, come è stato spiegato su questo blog (benissimo) da Emanuela Zaccone (l’asimmetria di Twitter).
    Reddit, con le varie community, potrebbe incrementare la simmetria del dialogo tra parti diverse.
    Ed è solo un esempio delle potenzialità.

  3. Internauta scrive:

    Piersantelli dimostri di non essere bene informato: quel famoso “meme” di cui hai parlato innanzi tutto non è un “meme” ma una “rage face”, insieme a tutte quelle che hai elencato. E le vignette si chiamano “rage comics” tanto per iniziare. In secondo luogo non sono nati su reddit, reddit li ha resi virali e ha contribuito a spargere il “cancro”. Infatti ora esistono addirittura magliette che vengono indossate da ragazzini eccetera: “cancro” appunto. E per le prime due regole dell’internet non te lo dico neanche da dove sono nate le rage faces.
    OP you’re a fagget.

  4. piersantelli scrive:

    Piersantelli, che forse un po’ informato lo è, ringrazia per la critica e precisa quanto segue.
    il disegno postato E’ un meme, con cui si compongono i 4 panel comics noti come rage comics in seguito alla prima striscia pubblicata su 4chan (la famosa scenetta del personaggio intento ad espletare alcune necessità fisiologiche che però culminano con una situazione frustrante).
    Per quanto riguarda la nota triviale con cui concludi il tuo brillante intervento, non posso che ribadire che è il (piccolissimo) prezzo che si deve pagare di fronte allo straordinario beneficio di libertà e democrazia che la rete offre ai propri utenti.

  5. sandro scrive:

    ciao Pier, ti ho conosciuto per via dei tuoi articoli in tema MTB, ma questo articolo su reddit mi ha aperto un nuovo mondo.. grazie :))

  6. Flavia scrive:

    Confesso di aver fatto caso alla parola “Reddit” solo leggendo articoli riguardo alla tragedia del povero Aaron Swartz (che non era uno dei fondatori, ma si era unito ai fondatori nel 2005, grazie alla fusione della sua Infogami con Reddit). Essendomi cancellata da Facebook e nutrendo un’istintiva repulsione per Twitter, forse Reddit potrebbe fare al caso mio. Grazie dell’articolo!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

L'autore del post

piersantelli Blogger, appassionato di web e tecnologie.

Entrato in Telecom Italia nel 2001, mi sono occupato di comunità virtuali, servizi broadband, distribuzione di contenuti su piattaforme digitali. Ho lavorato al Future Centre di Venezia, coordinando un progetto di innovazione su nuovi scenari di business legati alle immagini digitali e alla realtà aumentata. Dal 2011 sono impegnato nello sviluppo e nell'evoluzione di servizi web.

Commenti recenti