4 commenti su “IPv6 e la nuova Internet
  1. hronir scrive:

    Cos’è un byte esadecimale?

    ERRATA:
    “quattro byte esadecimali, 32 bit, ”

    CORRIGE:
    “quattro byte, 32 bit, scrivibili come stringa di 8 caratteri esadecimali (ma più spesso rappresentati come sequenza di 4 interi da 0 a 255 ciascuno) ”

    :-)

  2. piersantelli scrive:

    Chiara, un articolo esemplare per la chiarezza e soprattutto la tempestività, proprio nel giorno in cui la industry delle tlc fa “ufficialmente” debutto nel supporto duale. Ottimo anche il richiamo ai dispositivi residenziali.

  3. Chiara Moriondo scrive:

    @hronir, grazie per la precisazione, è esattamente quello che intendevo!
    @piersantelli, grazie per il commento. Effettivameente la scelta della data di pubblicazione del post non è stata casuale :-)

  4. .mau. scrive:

    @Hronir: la colpa in realtà è mia e non di Chiara. Non ho qui con me il testo che avevo rivisto, ma temo di avere aggiunto io quella frase, e se non l’ho aggiunta comunque non l’ho corretta…

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>

L'autore del post

Chiara Moriondo Senior Network Engineer in Telecom Italia

Sono entrata nel mondo delle telecomunicazioni nel lontano 1997, come ricercatrice in quello che all'epoca era CSELT. Mi sono occupata dello sviluppo del Backbone IP della rete di Telecom per svariati anni, guardando sempre alle funzionalità innovative. Dal 2006 ho iniziato ad ampliare i miei orizzonti occupandomi dell'evoluzione delle reti IP delle consociate internazionali e ho partecipato a consulenze all'estero. Dal 2009 invece mi sono affacciata al mondo delle conferenze internazionali come portavoce delle analisi, delle problematiche e delle soluzioni evolutive delle reti IP in base alle esperienze effettuate sulla nostra rete. Inoltre, sempre dal 2009, ho iniziato ad occuparmi della problematica dell’esaurimento degli indirizzi IPv4 e della conseguente necessità di passare al nuovo protocollo IPv6, analizzando ipotesi e scenari di introduzione in rete.

Commenti recenti